Skip to content

Knight’s Rush

September 11, 2010

Knight’s Rush
Se questo mese non avete i soldi nemmeno per mangiare… mettetevi a dieta: sono usciti un sacco di giochi fighissimi, e non è il momento giusto per stare a pidocchiare sugli spiccioli.

Un esempio lampante è quello di Knight’s Rush: un pesta-pesta visto di profilo, per descriverlo in termini non tecnici, o un arcade a scorrimento laterale, se volete essere pignoli. La salsa è medioevale, e i personaggi sono goffi cavalierucci cicciosi apparentemente tenerissimi ma in realtà armati fino ai denti.

Il gioco è cugino di primo grado del celebre Knights Onrush: uno splendido esempio d castle-defense, uscito ormai un annetto fa, caratterizzato da una splendida grafica e da un certo senso dell’umorismo, oltre che da un’ottimale giocabilità. Per lanciarlo, gli sviluppatori avevano pensato di creare un giochino di supporto, “A quest of knights onrush”, gratuito ma molto ben fatto, dove gli stessi pucciosissimi personaggi le davano di santa ragione cercando di avanzare da sinistra verso destra. Racconta la leggenda che il giochino promozionale abbia avuto perfino più successo di quello che voleva promuovere: fatto sta che ecco la stessa idea, rimpolpata e migliorata, convertita in un gioco a tutti gli effetti completo. E che gioco.

La storia è labile, e si incentra su portali dimensionali che garantiscono un’impressionante varietà di quadri: ci sono 7 mondi diversi, in ognuno dei quali si alternano diverse ambientazioni. Forse è opportuno precisare subito che la grafica è davvero spettacolare: i personaggi sono quelli conosciuti, le ambientazioni sono ricchissime, diversificate e ben fatte, i dettagli curatissimi.

E forse si dovrebbe anche precisare che la longevità è assicurata, oltre dal gran numero di mondi da esplorare, anche dalla possibilità di controllare tre personaggi diversa a scelta, tutti caraterizati da abilità differenti e potenziabili in maniera diversa.

In realtà tutto viene in secondo piano, dopo la soddisfazione immensa del poter sminuzzare con astio i propri avversari: non solo colpirli, proprio ridurli in poltiglia! E lo stesso succede alle macchine di tortura, alle balestre, ai forzieri: il bello di questo gioco è nella gratuita furia distruttiva da cui si viene colti appena lo si prende in mano. Spesso vi troverete a tornare indietro per ridurre a brandelli qualcosa che avete involontariamente “saltato”, presi dalla foga della mischia: non sia mai che alle spalle del nostro omino cicciuto armato di spadoni sopravviva qualcosa di intatto!

Avete presente al foga di un cucciolo quando distrugge qualcosa? Ecco, questo gioco mi ha fatta sentire più vicina al mio cane: ho condiviso con lui il cupido godimento con cui mi sminuzza le cose. E senza rovinarmi nessun tappeto. Ma meglio non dirglielo: ci manca solo che si metta a smangiucchiarmi l’ipod.

Grafica:9
Sonoro:7
Controlli:9
Gameplay:9

Sviluppatore: MoreGames Entertainment
Distributore: Chillingo

Advertisements
No comments yet

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: